La posta di DarkAndross: Una Friendzone Storica

Gente #croccante, solo sul DarkAndross LifeStyle!

Questo è un commento che merita rispetto, essendo di una #croccantezza inaudita. E’ stato postato da un utente di nome Saul Malaga sotto al video “Amicizia uomo-donna: Esiste veramente?”  sul mio canale youtube. Ho deciso di rispondere qui data la lunghezza del commento e la sua croccantezza. Buona lettura.

———————————————————-

“Caro DarkAndross, mio vate, giudice infallibile delle dispute d’amore, lungimirante maestro, sommo guru tessitore di savi consigli, mi rivolgo a te per chiederti aiuto e sapere che cosa consiglieresti a questo povero viandante.

Credo di essere un asso della Friendzone. Quando gli indiani del Minnesota cacciavano i temibili invasori con armi che sputavano fuoco e scintille, io ero già il presidente del consiglio dei Mastri friendzonati. Quando le tre audaci caravelle solcavano i mari intercontinentali alla volta delle perdute Indie, Cristoforo mi scriveva lunghe lettere per apprendere gli oscuri segreti dell’alchimia della Friendzone. Quando Maradona segnava il gol del secolo all’Inghilterra, sulle tribune e dagli spalti i capi ultras argentini animavano la folla a gridare il mio nome, che avevo appena beccato un’altra Friendzone via sms comodamente seduto in salotto. Io finivo nella Friendzone prima ancora che la inventassero, ero nella Friendzone prima dei social network, del “visualizzato alle 19.11”, dell’avvento dei personal shopper, della scoperta dei moneyslave e delle fusoliere dei sommergibili della seconda guerra mondiale. Quando morì Lorenzo il Magnifico io ho scalato i sacri livelli della loggia della Friendzone, e giurando su un ritratto autografo di Dante Alighieri, antenato ancestrale di qualunque friendzonato di questa vita e di tutte le altre vite, in una buia stanza d’albergo sono diventato il Granmaestro della loggia. Io mi ispiro alla poesia del Petrarca, altro capostipite della sacra famiglia, la mia bibbia personale è l’epistolario del Werther, modello di dignità, e perseguo con tutte le forze giuridiche in mio possesso il reietto Ron Weasley, friendzonato di livello 12 che infine rinnegò la loggia e il nostro credo, svincolandosi e sposando una sporca mezzosangue. Confermo che i miei agenti sono anche sulle tracce di Quentin Tarantino, bianco caucasico di altezza media, co-CEO della società segreta e responsabile marketing e comunicazione in quel di Hollywood. Anche lui di livello 12, vent’anni di fedeltà assoluta alla bandiera, come affermano i giornali e la rete ci è sfuggito da qualche settimana, svincolandosi dalla ZONA e raggiungendo il target femminile selezionato al momento dell’antico giuramento. Anche per lui è stata decretata dalla corte suprema dei Friendzonati la sentenza capitale.

Dopo interminabili esercizi per temprare lo spirito, senza falsa modestia, caro DarkAndross, posso dire di aver raggiunto un livello di esperienza della Friendzone over 9000 lo scorso inverno, quando sono riuscito con successo a farmi friendzonare non una, non due ma ben TRE volte nella stessa settimana, da TRE RAGAZZE DIVERSE. E’ stata una sfida difficile, ho dovuto prepararmi a lungo e intensificare i miei allenamenti durante gli ultimi quattro anno di ritiro spirituale sul monte Luke Skywalker. Ma alla fine ce l’ho fatta. In un colpo solo ho buttato nel cesso otto anni di amicizia con la prima, cinque con la seconda e tre con la terza, ma alla cerimonia di premiazione della loggia il mio braccio destro Jorah Mormont mi ha conferito una medaglia speciale, da portare sempre al collo sotto i vestiti, che dona l’inviolabilità fisica e psichica, allontanando chiunque voglia scoparti o avere intimità con il portatore. Sono molto soddisfatto del mio risultato, e penso che ormai non ci siano più rivali per me. La scommessa a dadi che ho fatto col mio secondo, quella di farmi doppiofriendozonare in una sola volta, non solo l’ho portata a termine con successo, ma ho anche surclassato le aspettative dei miei adepti. Non solo mi sono beccato il classicone dei classiconi “ti ho sempre visto come un amico”, no no caro il mio DarkAndross, io sono passato a scene del tipo “comunque lo sapevo, non sono cretina”, fino ad arrivare al momento epifanico del “*risata* maddaii”. Io sono così bravo in questa disciplina che sono andato in erasmus e sono riuscito a farmi friendzonare PURE DAI MIEI AMICI MASCHI, che se ne sono sbattuti e hanno smesso di farsi sentire. E’ inutile, non c’è storia per nessuno. Io ho bucato il tetto massimo di quoziente Friendzonate e ho raggiunto la vetta.

Oggi posso finalmente dirlo: io sono il re.”

———————————————————-

Caro Saul Malaga,

tu sei un poeta.

La Friendzone ti ha reso un uomo migliore, ti ha rafforzato, ti ha permesso di condividere le tribolazioni dei nostri antenati e la tua testimonianza porta nuovo lustro alla scienza della Friendzone. Capisco il tuo stato d’animo: ad un certo punto ti sei rotto il cazzo e ti sei buttato. Una tripletta è devastante. Per quanto riguarda gli amici purtroppo ci sono dei cicli che terminano, ma sono sicuro che con un po’ di tempo troverai delle persone che sapranno apprezzare il tuo senso dell’umorismo e dell’ironia che, per quanto mi riguarda, è eccezionale. Il mio consiglio non è, come potrebbero pensare alcuni, di cambiare il tuo modo di essere. Anzi, io ti consiglio di continuare così, perché solo dei cretini possono non apprezzare tanta simpatia. Per quanto riguarda la tripletta di friendzone, fai passare un po’ di tempo. Quando ti vedranno felice con un’altra persona, vedrai che qualcuno si farà risentire. Come per magia.

E sì, tu sei il re.

Devi essere loggato per lasciare un commento.